Prestiti: l’esigenza primaria è la liquidità, interesse per casa e auto collegato ai bonus fiscali

L’ultimo Osservatorio Prestiti di PrestitiOnline.it evidenzia che il mercato dei prestiti è stabile: l’esigenza primaria è la liquidità mentre gli interessi per la casa e l’auto sono collegati ai bonus fiscali.

L’ultimo Osservatorio Prestiti di PrestitiOnline.it aggiornato nel mese di settembre ha evidenziato che il mondo dei finanziamenti è in fase di stabilità e che la principale esigenza degli italiani resta la liquidità con una quota di mercato del 22,6%. Tra i principali prestiti richiesti c’è poi quello per l’acquisto delle auto usate (19,8%) e per la ristrutturazione casa (15,4%). Per quanto concerne i prestiti erogati, invece, al primo posto c’è quello per la ristrutturazione casa (21,3%) seguito da quello dell’auto usata (20,4%) e liquidità (15,5%). Ecco maggiori dettagli sull’analisi.

Prestiti casa e auto collegati ai bonus fiscali

Grazie agli incentivi varati dal Governo non si ferma la richiesta di prestiti per la casa e l’auto. Per la prima c’è infatti il superbonus del 110% per le riqualificazioni energetiche e antisismiche mentre per la seconda ci sono gli incentivi per l’auto elettrica grazie ai quali si può avere uno sconto fino a 10 mila euro. Dall’analisi di PrestitiOnline.it, però, emerge che i finanziamenti richiesti per l’auto nuova si attestano al 6% contro il 20,4% di quelli chiesti per l’acquisto di un’auto usata.

Gli importi dei prestiti e le fasce di età

Dall’analisi di PrestitiOnline.it emerge inoltre che l’importo medio dei prestiti erogati è sceso anche se di poco: a settembre è stato di 10.153 euro. L’area geografica in cui c’è stata una maggiore richiesta è stata invece quella del Nord con il 49,9% mentre per le fasce di età, quelle che hanno richiesto maggiori prestiti sono state le persone di età compressa tra 36 ed i 55 anni che rappresentano il 65,1% del mercato.

Fonte: https://www.investireoggi.it/risparmio/prestiti-lesigenza-primaria-e-la-liquidita-interesse-per-casa-e-auto-collegato-ai-bonus-fiscali/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *