Coronavirus, Zurich dona 650mila euro al Sistema Sanitario Nazionale

La donazione, raccolta con l’aiuto dei dipendenti, è rivolta allo Spallanzani di Roma, al Sacco di Milano, al Giovanni XXIII di Bergamo e al Cotugno di Napoli

I dipendenti e gli agenti di Zurich si riuniscono contro il Coronavirus.

I dipendenti e gli agenti della compagnia assicurativa Zurich hanno raccolto circa 650.000 euro da devolvere al Sistema Sanitario Nazionale. Attraverso la campagna #insiemepossiamo, è stata avviata una raccolta fondi condivisa tra i dipendenti, gli agenti, l’azienda e la fondazione “Z Zurich Foundation”. I dipendenti, in particolare, hanno devoluto somme equivalenti a giornate intere o a singole ore lavorative a supporto della campagna. Per ogni euro devoluto dai dipendenti, Zurich Italia e la fondazione Z Zurich Foundation hanno contribuito con una donazione di pari importo ed in totale sono stati raccolti più di 500.000 euro già devoluti all’Ospedale Luigi Sacco di Milano e all’Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma.

Anche la rete degli agenti Zurich ha partecipato alla raccolta, raccogliendo circa 150.000 euro per l’Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo e l’Ospedale Cotugno di Napoli; anche in questo caso la Compagnia e la Fondazione hanno contribuito alla raccolta.

Zurich Italia ha offerto inoltre il suo supporto alle strutture ospedaliere per agevolare le procedure di acquisto di dispositivi medici e altri strumenti necessari per fronteggiare l’emergenza Covid-19. 

Queste iniziative si aggiungono a quelle già messe in atto a sostegno dei clienti Zurich: dalla digitalizzazione della relazione con gli agenti alla possibilità di posticipare di 60 giorni i pagamenti delle polizze danni ed inoltre, per la gestione dei sinistri e al fine di evitare e/o limitare il più possibile gli spostamenti, l’innovativo servizio di perizia da remoto (video perizia) disponibile per i danni motor, property e liability.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *